Dipartimento

Il Dipartimento di Design nasce nel 2013 dal Dipartimento INDACO
(acronimo per Industrial Design, delle Arti, della Comunicazione e della moda)

nell’ambito del riassetto dei Dipartimenti del Politecnico di Milano. Attraverso la nuova denominazione, il Dipartimento abbandona le diverse declinazioni e afferma il termine Design in tutta la sua forza, poliedricità, bellezza e ambiguità.

Design significa progetto

Sotto questo tetto prendono casa concetti e idee che provengono da culture diverse, che si incontrano, si confrontano e trovano un ambiente in cui esprimere un approccio e una intenzione condivisa.

L’unitarietà nasce dall’interiorizzazione delle lezioni dei maestri che ci hanno preceduti: l’insegnamento che proviene dal guardare il mondo sempre con uno sguardo disincantato, critico,che non si accontenta di quanto c’è, ma che è spinto continuamente alla ricerca di nuovi equilibri nelle relazioni tra persone, oggetti, ambienti.

Guardare il mondo sempre con uno sguardo disincantato, critico, che non si accontenta di quanto c’è, ma che è spinto continuamente alla ricerca di nuovi equilibri nelle relazioni tra persone, oggetti, ambienti".

Il più grande Sistema Design in ambito nazionale

Il Politecnico di Milano, secondo il QS World University Rankings 2016, è la decima università al mondo, terza in Europa e prima in Italia nel settore Art&Design. E’ la prima volta che il Politecnico figura tra le prime 10 università al mondo in una delle aree che lo contraddistinguono.

In questi anni il Dipartimento di Design - che agisce in armonia con la Scuola e i Consorzi che ne costituiscono il naturale completamento - si è configurato come il più grande sistema design in ambito nazionale; E' una struttura che si confronta con centri di eccellenza a livello internazionale.

Inserito in una fitta rete di relazione, in un contesto territoriale favorevole e ricco di storia, sviluppa ricerca, formazione e consulenza in campi che vanno dal progetto dell’immateriale a quello dei prodotti concreti che popolano il nostro mondo. Ciò che caratterizza il Dipartimento è l’insieme dei seguenti elementi:

 

La rilevanza del progetto e delle sue pratiche

come elemento centrale della ricerca e della formazione; il design ha la peculiarità di dare forma alle idee e renderle concrete in armonia con i linguaggi contemporanei;

La condivisione di metodi e strumenti,

in continua evoluzione, come elemento chiave di supporto al progetto: le varie anime delle differenti aree di ricerca si contaminano reciprocamente su metodiche di analisi, narrazione, rappresentazione, comunicazione, progettazione, produzione;

la capacità di spaziare nei diversi processi produttivi,

di beni materiali e immateriali, con attenzione alla centralità dell’individuo, del gruppo, della comunità, della società intera: il Dipartimento opera, nella ricerca e nella prassi, nei settori del prodotto, della comunicazione, del servizio, delle realizzazioni in rete, della sostenibilità, dell’ambiente;

L’attenzione alla storia e alla cultura,

come elemento fondativo del progetto, in una continua dialettica tra il contemporaneo e le radici storiche.

La politecnicità,

ovvero la concomitanza anche fattuale con discipline politecniche molto ampie e diversificate, nelle quali il design occupa un ruolo non solo di mediatore, ma di elemento critico e guida a finalità e modalità progettuali;

DIPARTIMENTO DI DESIGN

Via Durando 38/A - 20158 Milano
Portineria02 2399 5837

COMITATO DI REDAZIONE

Marita Canina,  Paola Checchi, Alberto Colorni, Annalinda De Rosa, Giulia Gerosa, Ilaria Mariani, Francesca Piredda, Lucia Rampino, Anne Schoonbrodt, Carlo Standoli, Lia Tagliavini

Questo sito utilizza i cookies per le statistiche e per agevolare la navigazione nelle pagine del sito e delle applicazioni web. Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina dell'informativa