contributi in volume

Centro e periferia nella Milano degli anni trenta

isbn 9788843548972
tipo Contributi in volume
volume Storia dell`architettura italiana. Il primo Novecento.
autori F. Irace
anno 2004
casa editrice Electa
pagine 23

abstract

Il saggio analizza le dinamiche di trasformazione urbana della Milano tra le due guerre a partire dall'attuazione del piano regolatore dell'ingegner Cesare Albertini nell’area del centro storico della città. In particolare viene messa a fuoco attraverso documenti inediti la vicenda dell'attuazione di piazza San Babila, cui viene attribuito l'emblematico ruolo di cartina da tornasole del dibattito cittadino e nazionale sulla funzione dell’architettura come strumento di mediazione tra la città pubblica e interessi privati o come manifesto di ideali sociali alternativi all’uso speculativo e finanziario del suolo pubblico. Attraverso la lettura di alcuni episodi chiave – piazza S. Babila, piazza Borsa con il muovo Palazzo degli Affari, piazza Diaz e la sistemazione di piazza del Duomo, il Palazzo di Giustizia, le proposte per la nuova Fiera Campionaria e la progressiva edificazione della cintura dei quartieri popolari oltre i confini della città storica - vengono messi in luce i meccanismi ( economici ma anche ideologici) nell’uso della città e nei rapporti tra il nucleo entro la cerchia dei navigli e la nascente periferia. L’analisi delle singole trasformazioni viene così inquadrata alla luce di un dibattito che si svolge sui cantieri, ma anche sulle pagine delle riviste di settore, dei libri e dei manuali, ma anche nelle polemiche sui giornali. Emerge così la ricchezza di posizioni che stanno dietro questo scontro sul futuro della grande Milano e il ruolo pubblico svolto dai suoi principali protagonisti, da Pagano a Ponti, da Albini e Griffini a Muzio, Portaluppi e Albertini. Lo scontro sui "linguaggi" non testimonia solo uno scontro tra diversi “saperi”, ma mette a confronto la radicale alternativa culturale e ideologica che sta dietro l’architettura e il suo legame con l’urbanistica metropolitana. In tal modo la storia delle singole “opere” diventa pretesto per la ricostruzione della stratigrafia urbana, mostrando come dietro ogni progetto – realizzato e solo disegnato- ci siano storie di lunga durata...
autori-dipartimento

Parole chiave

Pubblicazioni correlate

DIPARTIMENTO DI DESIGN

Via Durando 38/A - 20158 Milano
Portineria02 2399 5837

COMITATO DI REDAZIONE

Marita Canina,  Paola Checchi, Alberto Colorni, Annalinda De Rosa, Giulia Gerosa, Ilaria Mariani, Francesca Piredda, Lucia Rampino, Anne Schoonbrodt, Carlo Emilio Standoli, Lia Tagliavini

Questo sito utilizza i cookies per le statistiche e per agevolare la navigazione nelle pagine del sito e delle applicazioni web. Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina dell'informativa